ULTERIORI PROCEDURE SUCCESSIVE ALLA COSTITUZIONE

1.1 DIPENDENTI
La nuova Società PMA deve (se applicabile) presentare al BKPM o al Ministero del Lavoro un piano di utilizzazione dei dipendenti (“RPTKA”), nel quale dovranno essere elencati gli eventuali dipendenti stranieri della Società PMA.
Il BKPM/Ministero del Lavoro approveranno il piano di impiego laddove risulti assunto un dipendente straniero per ogni tre indonesiani, anche se detto rapporto può variare di volta in volta. Si ricorda che gli stranieri possono essere impiegati solo nelle categorie di impiego loro aperte, come determinato dal Ministero del Lavoro.
1.2 BUSINESS LICENSE
Una volta che la Società PMA è pronta per iniziare la propria attività commerciale/produttiva, deve rivolgersi al BKPM per ottenere la (permanente) Business License (Izin Usaha, “IU”) che sarà valida per tutto il tempo in cui la Società PMA rimarrà attiva.
1.3 RESPONSABILITÀ
Ai fini della costituzione di una Società PMA, la responsabilità dei soci e degli amministratori varia a seconda delle diverse fasi:
(i) alla sottoscrizione dello statuto, una Società PMA viene comunemente indicata come una “società in formazione” e fino a quando il MOLHR non ne riconosce la personalità giuridica, tutti i soci sono solidalmente responsabili per gli obblighi della stessa;
(ii) dalla data di riconoscimento della personalità giuridica da parte del MOLHR, la Società PMA diviene (limitatamente) responsabile, anche se in alcune fattispecie anche i soci possono essere chiamati a responsabilità.

Occorre segnalare tuttavia che non di rado si verificano ritardi in occasione della costituzione, con
conseguente possibile aumento dei costi necessari per realizzare l’investimento. La tabella che segue
offre un breve resoconto delle principali fasi per la costituzione di una Società PMA e non deve essere
intesa come esaustiva.